Residence of Body Nature and Lad Art for woman

Mu è un luogo, uno sguardo, una presenza.
Questa residenza offre uno spazio di studio e ricerca, esplorazione e disponibilità del Corpo di Donna, per la creazione e per la fruizione di Arte, Danza Teatro Rituale.
Partiamo dall’idea del Corpo come Rete ed interconnessione con l’ambiente, visibile ed invisibile, un Corpo Tempio, che custodisce la memoria e un Corpo Antenna, che si fa canale per un dialogo autentico con lo spazio interno ed esterno.
Il Corpo è il Luogo, il Corpo Terra, la mappa spirituale che è fisiologia rituale.
Tutto questo percorso di trasmissione è legato all’educazione dello sguardo. Quando parlo di sguardo, intendo principalmente un atteggiamento che successivamente porta al soffermarsi e al riflettere.

Poetica:

Lentamente …
Abbiamo tutto il tempo …

Possiamo ascoltare la poesia del respiro? Del nostro peso, pelle, cuore, ossa?

Cosa ci muove?
Immaginazione, piacere, ricordo o tensione?

Quali storie ci raccontano il tatto, la temperatura, l’olfatto, la vista interiore?

Possiamo vedere il movimento costante che ha luogo nel nostro corpo e ci permette di essere danzati?

In che modo la natura ispira ed espande la danza?
Il respiro che intreccia il nostro movimento, le nostre relazioni, la nostra storia …

…Un invito a tuffarsi insieme in un viaggio attraverso i paesaggi che si muovono dentro i nostri corpi!

Mettendo a disposizione tecniche come:

*Butoh Body,
*Liquid Dance,
*Authentic Sound and Movement, *Yoga, Somatic Arts,
*Body WeatherTherapies, *Breathing Techniques.

Questi sono strumenti che ci ispirano e con cui lavoreremo per sostenere e permettere che il mistero che stiamo veramente navigando fluisca organicamente, per creare una nuova visione, attraverso questi stati di danza.

La residenza è anche convivialità, relazione con l’alimento in forma consapevole, il corpo si nutre di arte e di buon cibo naturale.

Cerchi di condivisione a fine processo giornaliero.

Più informazioni scrivendo a: aluacasa@gmail.com
389 51 55 787.

 

Dara Siligato
Performer, Creativa, Danzaterapeuta.

Dopo gli studi di Danza Classica e di Danza Contemporanea, rivolge la sua ricerca verso il campo delle arti performative, nutrendosi di differenti linguaggi e viaggiando in varie prati d’Europa.
Esplora dal teatro classico al teatro-danza, la danza contemporanea e la Performance Art, il Teatro di ricerca e la Danza Butoh, le danze etniche.

Tesse relazioni nei territori dove viaggia per approfondire la sua ricerca Antropologica ed Archeologica.

E’ Ricercatrice anche di tecniche di suono, studia la voce vibrazionale, il canto armonico e mongolo, il suono profondo, che condivide sia nelle didattiche che nelle proposte sceniche.

Si forma in Arterapia, tra Spagna e Italia, in Italia partecipa ad incontri formativi, con il Metodo della Globalità dei Linguaggi di Stefania Guerra Lisi.

La sua ricerca è amplia, i cui rami più contemplati sono:

La Vita tra ciclicità e la metamorfosi. Il Corpo come conoscitore e tempio. I Paesaggi del Corpo Terra.
La Mappa Spirituale del corpo,

La Vita prenatale.
La Danza ed il Suono come linguaggi primari della creazione.
Danza Somatica.
E’ creatrice di numerose Ecoperformance, Performance di Corpo Arte Rituale, site specific, opere di Teatro Danza.

Ha collaborato in compagni e diversi artisti e coreografi/e tra cui Yumiko Yoshioka e Petra Vermeersch.

Ha lavorato e studiato in contesti comunitari in Tunisia, Marocco, Messico, intesse relazioni con l’India per un progetto che partirà a Novembre del 2019.

E’ Membro del CID, Consiglio Internazionale di Danza dell’Unesco.